PDF Stampa E-mail
Lunedì 19 Aprile 2010 12:13

Piccola guida informativa per il genitore rappresentante di classe

Il rappresentante di classe ha il diritto di:

- farsi portavoce di problemi, iniziative, proposte, necessità della propria classe, presso i propri rappresentanti al  Consiglio di Istituto e presso il Comitato Genitori.
- informare i genitori, mediante diffusione di relazioni, note, avvisi o altre modalità, previa richiesta di autorizzazione al Dirigente Scolastico, circa gli sviluppi d'iniziative avviate o proposte dalla Direzione, dal corpo docente, dal Consiglio di Istituto, dal Comitato Genitori.
- ricevere le convocazioni alle riunioni del Consiglio con almeno 5 giorni di anticipo.
- convocare l'assemblea della classe che rappresenta qualora i genitori la richiedano o egli lo ritenga opportuno. La convocazione dell’assemblea, se questa avviene nei locali della scuola, deve avvenire previa richiesta indirizzata al Dirigente, in cui sia specificato l'ordine del giorno.
- avere a disposizione dalla scuola il locale necessario alle riunioni di classe, purche' in orari compatibili con l'organizzazione scolastica.
- accedere ai documenti inerenti la vita collegiale della scuola (verbali ecc...), (la segreteria puo' richiedere il pagamento delle fotocopie).
- essere convocato alle riunioni del Consiglio in cui e’ stato eletto in orario compatibile con gli impegni di lavoro (art.39 TU)

 

Il rappresentante di classe NON ha il diritto di:

- occuparsi di casi singoli
- trattare argomenti di esclusiva competenza degli altri Organi Collegiali della scuola (per esempio quelli inerenti la didattica ed il metodo di insegnamento)

 

Il rappresentante di classe ha il dovere di:

 

- fare da tramite tra i genitori che rappresenta e l'istituzione scolastica
- tenersi aggiornato riguardo la vita della scuola
- presenziare alle riunioni del Consiglio in cui e' eletto e a quelle del Comitato Genitori (di cui fa parte di diritto)
- Informare i genitori che rappresenta sulle iniziative che li riguardano e sulla vita della scuola
- farsi portavoce delle istanze presentate dai genitori
- promuovere iniziative volte a coinvolgere nella vita scolastica le famiglie che rappresenta
- conoscere il Regolamento di Istituto
- conoscere i compiti e le funzioni dei vari Organi Collegiali della Scuola

 

Il rappresentante di classe NON e' tenuto a:

- farsi promotore di collette
- gestire un fondo cassa della classe
- comprare materiale necessario alla classe o alla scuola o alla didattica


-------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------------
Tratto da www.ipsgiordani.it

 I RAPPRESENTANTI DI CLASSE: "ISTRUZIONI PER L'USO"

All’inizio dell’anno ogni classe elegge due rappresentanti, che,  soprattutto in prima, non sono pienamente consapevoli delle responsabilità che questo ruolo comporta.  Anche noi, quando ci siamo candidati, non pensavamo che questo compito fosse così impegnativo. Abbiamo però scoperto che il rappresentante di classe è sostenuto nel suo lavoro da due compagni di quarta (tutor), che lo aiutano fin dall’inizio per organizzare e gestire le Assemblee di classe, che sono un momento particolarmente difficoltoso per i rappresentanti. Al conferimento dell’incarico viene inoltre consegnanta tutta la documentazione utile per comprendere il proprio ruolo, in particolare il Mansionario del rappresentante di classe.

Nel corso dell’anno abbiamo affrontato diverse difficoltà, alle quali abbiamo dovuto porre subito dei rimedi.

La maggior parte dei rappresentanti ha riscontrato i seguenti problemi:

  • essere condizionati dai compagni nelle decisioni (es. sulle assemblee)
  • sentirsi caricati di troppe responsabilità anche dai docenti
  • farsi ascoltare e rispettare dalla classe (soprattutto nello svolgimento delle assemblee)

Abbiamo trovato soluzioni parlando con i tutor, che ci hanno aiutato ad essere più indipendenti, cercando di evitare condizionamenti nelle scelte che riguardano il bene dei nostri compagni e a gestire meglio le assemblee, imparando a farci ascoltare dai compagni.

Abbiamo poi parlato con l’insegnante tutor della classe per sensibilizzare i docenti e aprire un dialogo nei momenti di incomprensioni e difficoltà con gli insegnanti.

Ci siamo incontrati ogni mese con altri rappresentanti di prima, per condividere difficoltà ed esperienze.

Abbiamo soprattutto imparato che avere rispetto delle persone e confrontarsi in modo educato è fondamentale.

Speriamo che la nostra esperienza vi possa essere d’aiuto e possa rendere meno pesante il vostro incarico.

Molti di noi sono soddisfatti del lavoro svolto, anche se è stato molto impegnativo.

IL RAPPRESENTANTE E LA CLASSE

 

 

DIRITTI

 

 

Il rappresentante di classe …

  • Ha il diritto di esprimere le proprie opinioni e ad essere ascoltato e rispettato dai propri compagni.
  • Sentito il parere dei compagni può decidere quando convocare le assemblee di classe, (delle quali deve stendere un accurato verbale) predisponendo un ordine del giorno.
  • Ha diritto a richiedere l’assemblea di classe una volta al mese seguendo le modalità previste dal Dirigente Scolastico.
  • Ha diritto a richiedere e ottenere servizi e materiali necessari all’attività scolastica
  • Ha il diritto di sospendere l’assemblea, nel caso in cui non ci sia un regolare svolgimento e chiedere che la classe riprenda l’attività didattica.
  • Ha diritto a partecipare alle assemblee a cui è convocato senza essere penalizzato dai professori.

 

DOVERI

 

Il rappresentante di classe …

  • Deve mantenere un comportamento adeguato alle situazioni ed essere un modello per la classe, senza sentirsi un privilegiato.
  • Deve ascoltare e portare rispetto ai docenti, al personale A.T.A. e ai compagni ed aiutare chi è in difficoltà.
  • Deve partecipare al corso di formazione per i rappresentanti, ai Consigli di classe e a tutte le altre riunioni alle quali è invitato.
  • Nei Consigli di classe deve essere il portavoce dei compagni con i professori in merito a problemi di carattere didattico (es: richieste di spiegazioni supplementari di pianificazione delle verifiche, di attenzione ai problemi di socializzazione della classe).
  • Deve riportare alla classe tutto ciò che viene detto ai vari incontri e assemblee a cui partecipa.
  • Prima dei Consigli di classe deve richiedere le Assemblee di classe secondo le modalità previste e nominare un segretario che curi la stesura dettagliata del verbale delle assemblee.
  • Deve sapere gestire le assemblee di classe richiedendo attenzione e partecipazione ai compagni, che hanno il dovere di assistere all’assemblea senza allontanarsi dall’aula.
  • Deve contribuire, insieme ai compagni, a mantenere unita la classe e ad appianare i problemi promuovendo dibattiti.

 

I RAPPRESENTANTI DI CLASSE E I RAPPRESENTANTI DI ISTITUTO

Il ruolo del rappresentante d’Istituto è molto importante nella nostra scuola, perché ci sono tanti studenti. In effetti i Rappresentanti d’Istituto sono una guida per i compagni e il loro intervento può essere utile per mantenere l’ordine all’interno della scuola e per aiutare a migliorare i rapporti tra alunni e docenti, anche perché hanno un rapporto più ravvicinato con la Dirigenza Scolastica. Sono fondamentali le modalità con cui i rappresentanti d’Istituto si propongono agli elettori, perché in base alle idee che sono esposte nelle liste di presentazione noi li votiamo.

Noi siamo contenti di dare il voto alle persone che hanno voglia di cambiare qualcosa in positivo all’interno della scuola, soprattutto quando c’e serietà e impegno costante nello svolgimento del lavoro per il bene dei compagni.

E’ anche importante che i rappresentanti di classe diano un contributo ai rappresentanti d’Istituto per trovare accordi nello svolgimento delle assemblee, dove si affrontano argomenti che coinvolgono tutti o comunque la maggior parte delle persone.

I contatti con i rappresentanti d’Istituto possono avvenire in diversi modi:

  • nel corso delle assemblee d’Istituto
  • nelle riunioni dei Comitati studenteschi
  • durante il corso di formazione dei rappresentanti per le classi prime
  • chiedendo la loro presenza in classe durante le assemblee.

Secondo noi è utile che i rappresentanti d’Istituto siano direttamente coinvolti nei progetti che riguardano i rappresentanti delle classi prime, per avere un contatto più ravvicinato con chi ancora non conosce bene il nuovo ambiente scolastico.

In questo modo i rappresentanti di classe possono avere stimoli e suggerimenti per esporre le idee all’interno della loro classe, direttive su come condurre le assemblee e informazioni più dettagliate sulle proposte che vengono esposte nel Consiglio d’Istituto.



Ultimo aggiornamento Venerdì 29 Marzo 2013 09:17